L’ abito da sposa British di Meghan Markle

Al braccio del Principe Harry, l’adorato scapolo reale, Meghan Markle ci ha incantati con il suo gusto elegante nel vestire. E ora che è iniziato il conto alla rovescia per il matrimonio, tutti si stanno ponendo la stessa importantissima domanda: cosa indosserà Meghan?

Sabato 19 maggio, mentre percorrerà la navata, avrà gli occhi di tutto il mondo puntati su di sé e dovrà inoltre osservare tradizioni e protocolli reali secolari. Fortunatamente per lei, in Gran Bretagna si trovano alcuni dei più raffinati stilisti di abiti da sposa del mondo, molti dei quali inciamperebbero nei propri strascichi in pizzo, impreziositi da fitti intarsi di pietre, di fronte all’opportunità di vestire Sua futura Altezza Reale.

Secondo le prime indiscrezioni la stilista israeliana Inbal Dror (link is external)sarebbe la favorita; tuttavia, se Meghan decidesse di affidarsi a uno stilista britannico, seguono alcune  opzioni locali che potrebbero contribuire a renderla raggiante nel giorno del suo matrimonio.

Caroline Castigliano(link is external) è una celebre stilista britannica, particolarmente nota per i suoi corsetti meravigliosi e per le silhouette femminili dei propri abiti. La sua prima boutique di abiti da sposa su misura fu inaugurata 26 anni fa nel Surrey e oggi il suo flagship store sorge orgoglioso  a Knightsbridge.

Che vi sia piaciuta o meno la sua personalissima scelta dell’abito nuziale, sta di fatto che Victoria Beckham(link is external) da quel momento si è guadagnata un ruolo di tutto rispetto in ambito stilistico. Principalmente stilista di prêt-à-porter ha tuttavia creato l’abito nuziale della sua amica Eva Longoria, ex star di Desperate Housewives,  e potrà forse contribuire al grande salto di Meghan nel mondo dei reali britannici?

Impegnata in ambito umanitario, Meghan ha dichiarato di indossare ecopelle; pertanto, da sposa attenta all’ambiente, potrebbe optare per un incredibile look vintage di Real Green Dress(link is external), specializzato in abiti alternativi, originali e ispirati a principi etici. La proprietaria Erica Arnold recupera abiti firmati di seconda mano e li restaura fedelmente nel suo atelier, una ex fattoria riconvertita nella campagna dell’Hampshire. Il marchio è l’ultimo grido in fatto di moda eco-friendly, e di sicuro conquisterà anche la Regina, notoriamente molto parsimoniosa.

Meghan potrebbe addirittura decidere di ignorare la tradizione, scegliendo un abito di haute couture confezionato su misura da Vivienne Westwood(link is external), principessa punk degli anni Settanta. È noto che anche Carrie Bradshaw, personaggio di Sex and the City, nel film si affidò a questa stilista d’avanguardia per il matrimonio con Mr. Big. Tuttavia, è più probabile che Meghan punti su un look più tradizionale per il suo debutto nel mondo dei reali britannici.

Benché la stilista Stephanie Allin(link is external) abbia una boutique a Marylebone, nel West End londinese, è più probabile trovarla all’opera su modelli sartoriali tipici della tradizione britannica nel suo studio di Mumbles, in Galles, affacciato su Swansea Bay. La sua linea di raffinati coprispalle in pizzo conferisce ai suoi abiti tradizionali un aspetto tanto composto quanto contemporaneo.

E’ commovente che l’anello di fidanzamento donato a Meghan contenga due diamanti appartenuti alla madre di Harry, la compianta Diana, Principessa del Galles. La coppia potrebbe voler mettere ulteriormente in risalto questo legame familiare affidandosi a Elizabeth Emmanuel(link is external), una delle due stiliste a cui già si affidarono il Principe Carlo e Lady Diana per il loro matrimonio nel 1981, e che ha ripreso a disegnare abiti da sposa: quale debutto migliore per la nuovissima collezione 2018?

Gli stilisti Adrien Nortier e Ben Shallow stanno ripercorrendo le orme di Bruce Oldfield e Alexander McQueen, vere e proprie leggende britanniche in fatto di abiti da sposo, con l’imminente lancio della collezione couture Nortier Shallow(link is external). Dopo essersi fatti le ossa con servizi nuziali accessori , questi due astri nascenti ora realizzano abiti nuziali da sogno nella loro nuovissima boutique di Basingstoke, nell’Hampshire.

Una cosa è certa: Meghan, apparirà sicuramente come una principessa (o, meglio, una duchessa) qualunque stilista sceglierà alla fine. Congratulazioni Meghan e Harry!

Non perderti la London Fashion Week(link is external), dal 22 al 25 febbraio 2018, per scoprire numerosi altri stilisti britannici di grande talento.


Rispondi