Mario Biondi – Handful of Soul

Una di quelle sere passate guardavo Markette su la7, e nell’intermezzo musicale solito o una cosa simile scopro un ragazzone alto [lo so, il riferimento di Chiambretti falsa, quindi son tutti alti], ipotricotico e con una voce meravigliosamente black.
Io che avevo un occhio a Markette e uno al cazzeggio sul computer persi un po’ tutti i riferimenti biografici di costui capii solo che ‘sto ragazzo qui viveva a Parma.
Apperò, dissi. E poi mi misi a fare altro.
Poi sempre lo stimato autore mi riparlò di Mario Biondi. E collegando l’audio al resto dissi: "ma è il ragazzo, quello lì che era da Chiambretti, cazzo se è bravo".
Poi dopo che l’altro ho veduto la pubblicità sulle reti locali ho capito che magari era giunta l’ora di ascoltarlo. Insomma, prima mi son gettata sul myspace [che alla fine fa sempre il suo uso, però non so come mai mi provoca a volte delle crisi smanettare sui myspace] e poi ho ehm ehm rimediato Handful of Soul, che sarebbe il suo cd. D’esordio, ma dopo una lunga e formante gavetta. Un misto di jazz, soul avvicinabile anche a chi sopporta solo il pop.
E mentre ascoltavo ho cercato anche delle interviste, al Mario Biondi stesso. Che è catanese.
E dopo ho pensato: "fortuna che ho uno sglaps, perché ‘ste cose vanno fatte conoscere, e ‘sto citto è bravo, merita eh."

Tipo, ora, caro Mario, io ti offro un caffè se vuoi per scusarmi che non ti ho comprato il cd. Però cavolo, è davvero bravino ragazzi eh [magari poi lo conoscete tutti, però mi faceva premura farlo conoscere a chi non lo conosce].


0 thoughts on “Mario Biondi – Handful of Soul”

  1. Anch’io riesco solo a scrivere minchiachevoce, perchè non mi riesce a trasmettere nient’altro e francamente dopo un quattro/cinque ascolti se ne hanno già le palle un po’ piene… :-|

  2. Ma perche’ a me proprio non mi riesce a piacere? Uff… sarà che preferisco le voci piu’ agili.. lui ha la stessa farraginosita’ di un assolo (brutto) di contrabbasso…

  3. Come siamo cattivelli! Un brutto assolo di contrabbasso… Minchia, abbiamo un grande critico musicale qui!!! applausi!

    This is what you are è vero, stanca dopo un po’ di ascolti, ma ci sono altre 11 canzoni nel disco, e a me trasmettono moltissimo, “No mercy for me”, “Slow hot wind”, “I can’t keep from cryin’ sometimes” canzoni serie… e ti dirò di più… per me con la merda che esce in Italia siete proprio ottusi se nn ascoltate almeno una volta sto cd… preferite i Finley??? ahahahah…

  4. Ti ho conosciuto ad una serata di un altro grande come te e da allora ho incominciato ad amare anche la tua musica. Sei un grande Mario, ti porto sempre nel mio cuore… Grazie di esistere, grazie per la splendida persona che sei … Spero di rivederti presto… LUISA

  5. voce che entra nell’anima; mi ha colpito subito fin dalla prima volta che l’ho sentita.Abito a Parma e mi farebbe piacere essere informata quando e dove farà il prossimo concerto.Ho perso quello del teatro Regio perchè non l’ho saputo in tempo.Complimenti Angela

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.