Ué ué (made in Cremona)

Io guardavo sempre in contemplazione estatica la pubblicità Voiello, quella con la figona che si gettava a mare a fare il bagno di notte e lui che in tutto questo gettava la pasta mentre una musica mandolinante faceva da sottofondo a tutto.

Sì, era quella pubblicità dove si vedeva una ignuda con varii telii fare il bagno a mare e poi gettarsi su un maccarone.

Io in tutto quello invece pensavo "chissà se la gente sa che la Voiello l’ha comprata la Barilla".
E ora che è arrivato il solito pacco barilla (oltre ad esserci i piccolinidimmerda e i bucatini, che non so come smaltire) ci sono anche i sughi alle zucchine Voiello.
Ora, non ho capito perché ci siano le melanzane in un sugo alle zucchine, ma il sugo alle zucchine è buono. Non ci ha quel sapore di conservante di merda tipo il sugo alla $carne Barilla.

Chissà ora come lo pubblicizzeranno, il sugo con la figona.

0 thoughts on “Ué ué (made in Cremona)”

  1. un mio amico fa il grossista alimentare, una volta mi fece vedere che i wrustel di pollo che vendeva non contenevano pollo negli ingredienti…

    cmq, vedendo quella pubblicità a me viene un altro tipo di fame ;-)

  2. Quello che mi chiedo io, ogni volta che vedo quella pubblicità, è: ma come fa lei a lavarsi/asciugarsi i capelli/pettinarsi/vestirsi/truccarsi mentre lui cuoce la pasta?! Che tempi di cottura ha la Voiello?! mah.

    Viola-sloggata

  3. Personalmente mi fa un pò specie il fatto che la pubblicità accosti pericolosamente il piacere di mangiare un piatto di spaghetti a quello di un’infuocata scopata… non che mi scandalizzi però, ecco, non è necessario mettere il sesso anche dove non ce n’è bisogno per vendere qualche pacco in più…

Rispondi