Mauro Pagani fan club.

Ora, non scriverò altre cose sul festival di Sanremo. Mapoco fa c’è stata la serata dei duetti, e Arisa si è portata Giovanardi (non il trombone, ma Mauro Ermanno) e Mauro Pagani, che le altre sere dirigeva già la cantante.

Ora, Giannimorandi, che tu speri: “oh, finalmente c’è un cantante, almeno qualcosa della musica saprà”. Invece no. Oltre a sembrare un nonno portato lì per caso egli chiede a Pagani: “ma se tu suoni il violino, come fai a dirigere?”

Chi ha una minima eco di musica sa che il primo violino è anche quello che dirige l’orchestra, per farla facile, breve, e a livello morandiano.

[sob, ma perché. Ma perché. Perché. Ci sono tanti perché visti su quel palco eh]


0 thoughts on “Mauro Pagani fan club.”

  1. ma che veramente anche mauro pagani s’è andato a sporcare la carriera in quel circo di casi umani??? già mi piangeva il cuore a vedere patti smith e brian may importunati da nonno gianni…ma mauro pagani me l’ero perso! Perlomeno è andato ad accompagnare una che nonostante tutto s’è dimostrata essere una cantante dignitosa!

  2. Mmmmmhhhhhh…..Sicuramente Morandi in questo Festival si è distinto per la quantità di gaffes e frasi fuori luogo sparate a casaccio; proprio vero che i vecchietti vanno lasciati a casa col plaid e la tazzona di latte caldo, chè ad una certa età l’arteriosclerosi galoppa, eccome se galoppa…..:P

Rispondi