Continuo a guardare le foto ed è come cogli l'errore.

Tolto che lei ha un vestito urendo (spalline trasparenti? tulle? per favore: rimani figa, Kate, ma meh) io sto continuando a fissare la testa di Bellamy cercando di capire cosa c’è che non va.

No, non in quel senso, dico l’effetto bambola-ken-imbrillantinato.

 


4 thoughts on “Continuo a guardare le foto ed è come cogli l'errore.”

  1. Sarò fatta male io, eh (il che è in effetti una certezza, tonnellate di persone lo possono testimoniare con tranquillità), ma vestito così per benino, da persona normale, non lo capisco. Nel senso che l’immagine che vedo non mi trova riscontro con il dossier “Bellamy” che ho archiviato nella mente… mah… sarà il papillon, o forse la cofana di capelli cotonati e laccati che ha sopra la testa (e che lascia scoperta quella stempiatura incipiente). Boh, non lo capisco, tutto lì. Se almeno il completo avesse avuto un bordino di paillettes, allora forse…
    Niente da fare, lo preferisco tamarro…

  2. Anche per me quello che conta è che il nostro, con l’input della recente paternità, possa venire fuori con un bellissimissimisssimo disco; comunque il vestitino un poco poco pacchiano della Hudson mi convince ancor più del fatto che il leader dei Muse, nel cambio di dama, non ha fatto una scelta verso il peggio ma soltanto un semplice “trasferimento” geografico, perchè tanto l’attrice americana quanto l’italica psicologa con qualche trascorso da modella hanno in comune sia la famiglia economicamente superbenestante di provenienza sia la tendenza a toppare qualche mise: ricordate il vestitino azzurro stampato a fioroni con tanto di reggiseno a vista e gli stivaletti di camoscino dell’Arena di Verona del 2007?????

Rispondi