Non so, ma Marr e National in un solo palco, non so eh. Vi basta?

Se andate all’ippodromo di San Siro, oltre a farvi il bagno con l’Autan, sappiate che non vi faranno portare la borraccia con l’acqua, perché “tanto la vendono all’interno” (certo, non quella di rubinetto, minerale, e a 2 euro) e in caso te la butteranno tra i cespugli. Dopo prima di uscire dovrete star lì a cercare come se avete perso le chiavi di casa mentre il vostro cane pisciava fuori facendo luce col telefonino. Ma è una sorta di pareggio di Karma perché prima c’era prima di tutto Johnny Marr:
Johnny Marr live at Milano City Sound
Capite, Marr ha fatto un ottimo album ma… quando ti ti suona avanti Bigmouth Strikes again o How soon is now (strano che finisca il set così eh) non capisci più un cazzo, visto che i The Smiths sono stati tra i tuoi gruppi di formazione. E se lo vedi in 4 fila non essendoci quasi nessuno… ecco.

 
The National live at Milano City Sound
Per i The National devo dire che probabilmente è stato il loro concerto più emozionalmente devastante a cui ho assistito. Nuovo album che dal vivo suona benissimo, Matt adorabile con il suo scolare vino e gettarsi sulla folla. Che vi devo dire. Se non li avete ancora visti dal vivo perdete cose, o se li avete visti dal vivo e non vi han detto nulla avete una pietra lì in mezzo al petto.


Rispondi