Musica Nuda (6/4/2011)

Sono stati a Parma per la rassegna Controtempi, qualche anno fa, quando assistemmo a un concerto che ci fece entrare in una dimensione musicale ed emozionale inaspettata, dove la voce di Petra Magoni e il contrabbasso di Ferruccio Spinetti ammaliarono i parmigiani presenti.

Ora a otto anni di distanza dalla nascita del sodalizio Musica Nuda il duo ha sentito l’esigenza artistica di registrare per la prima volta un cd di brani inediti, “Complici”, e ancor di più di farlo di nuovo nella loro dimensione di partenza: solo ed esclusivamente contrabbasso e voce, senza l’aggiunta di altri strumenti. Questo li sta premiando molto, in termini di vendite:  “la nostra è una soddisfazione enorme e la dimostrazione che chi fa buona musica viene premiato anche se non va in tv e nelle radio” ci dice Ferruccio, “noi usciamo con un’etichetta jazz, ma siamo molto eclettici: abbiamo ad esempio suonato anche al Primo Maggio. E’ la nostra forza: non ci chiudiamo nei cliché, come invece a volte capita nel puro jazz.”

Complici è un disco di canzoni, un disco sobrio che non punta a stupire: non ci troverete nè virtuosismo fine a se stesso.

“La nostra dimensione è molto live sin dal disco, in fondo siamo in due e non abbiamo sovraincisioni” ci confida Petra. “forse è questo il nostro approccio jazzistico. Fra l’altro è il live che ci ha fatto formare come gruppo e poi ci ha fatto conoscere dalla gente. Ora è la prima volta che il nostro disco che ha un’esposizione di questo tipo, ma prima i nostri fan si organizzavano per venirci a sentire anche su facebook e su internet. E’ un lavoro che parte da lontano…”

Oltre alle 11 tracce inedite che racchiudono in sè l’essenza del nuovo progetto discografico, Petra e Ferruccio hanno voluto inserire tre cover: “Mirza” di Nino Ferrer, “Mon Amour” di Henrì Salvador , in lingua francese anche come omaggio al paese straniero dove hanno più successo, e “Felicità” di Lucio Dalla. Nell’album, oltre a Petra Magoni e a Ferruccio Spinetti, i brani portano la firma di altri autori come Pacifico e Al Jarreau, che gli propose direttamente un brano sentendoli dal vivo l’anno scorso mentre i due gli facevano da supporter in Germania.

Sulla strada e per i teatri ormai senza soluzione di continuità da anni, possiamo andarli a vedere dal vivo all’Arena del Sole di Bologna il 12 Aprile.

(Gazzetta di Parma)


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.