0 thoughts on “Outing/1”

  1. io tutt’oggi ogni tanto mi disegno sulla caviglia, con l’unghia, un reticolo per giocare a TRIS e poi sfido un’amica a battermi.

    nove volte su dieci finisce pari.

  2. Un effetto molto divertente si ottiene con quella ormai introvabile “maschera a strappo” della Avon. Si spalma su un avambraccio, sul dorso di una mano e su un lato del viso e si lascia seccare. Dopo una decina di minuti la pellicola si arriccia e diventa scagliosa, e ovviamente sembra che sia la pelle a subire questo repentino invecchiamento…

    Si ottiene un effetto simile col vinavil, ma non è la stessa cosa…

    [per i più piccoli, la Avon era una ditta di cosmetici che vendeva solo porta a porta, una ventina d’anni fa, e per quasi una generazione intera quello è stato il primo lavoro…]

  3. Mi hai fatto venire in mente quando per studiare mettevo in risalto i passaggi importanti con l’evidenziatore nero. Non avevo risultati molto brillanti. Poi mi hanno spiegato che il Tratto Marker non era un evidenziatore…

    Ma solo a me avevano messo la paranoia che se mi scrivevo sulla pelle avrei avuto una morte rapida e dolorosa?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.